Ali Farka Touré – Toumani Diabaté – “Ali & Toumani” – World Circuit Records – distr. IRD (2010)

Li abbiamo chiamati aedi, bardi, bluesman, folksinger, possiamo chiamarli griot… ma l’idea del cantore di storie vecchie quanto il mondo, del performer di musiche dal sapore ancestrale e legato alle radici più profonde non perde nemmeno un po’ del suo fascino da qualsiasi latitudine la si guardi. Ecco perchè Ali & Toumani, nuova avventura di due dei più grandi musicisti del deserto, a distanza di cinque anni esatti dal pluripremiato In the Heart of the Moon, è uno di quei dischi dentro cui ci si perde senza nemmeno accorgersene, assecondando linee melodiche e cadenze che per un europeo suoneranno evocative e remote come raramente capita di ascoltare.

L’album è uscito nel 2010, ma tutto il materiale registrato risale al 2005. Dopo il trionfale In the Heart of the Moon, infatti, i due musicisti decisero di tornare subito in studio dopo una serie di fortunati concerti in Europa. Quella sessione, prenotata ai Livingston Studios di Londra, durò appena tre pomeriggi ma bastò per restituire le 11 tracce incluse un questo album postumo. Postumo perché dopo appena un anno Touré si ammalò, e in breve tempo morì.

Di quelle giornate londinesi rimangono le malie e le trame di infiniti inseguimenti, dialoghi e volute fra la chitarra di Ali e la kora di Toumani. Suoni splendidi e capaci di ribadire una volta di più la centralità della vecchia folk-music (di qualunque folk-music si parli) nel ruolo di spettacolare laboratorio di buona parte della musica che verrà. In questo senso, che Toumani Diabaté abbia lasciato il segno su veri e propri esploratori della musica come Taj Mahal e su artisti dalla mentalità aperta e abituati a scelte poco convenzionali come Björk e Damon Albarn (Blur, Gorillaz) non ci stupisce più di tanto.

Ali & Toumani è un disco fuori dal tempo e dentro lo spazio. Per questo si ascoltano salsa cubana, vecchie canzoni Mandé, vecchissimi tradizionali della Guinea, con l’inspiegabile sensazione che tutta questa ‘strana e bella musica’ perduta e poi ritrovata, faccia parte di un remoto DNA africano capace di spiegare tutto ciò che noi oggi, pubblico in sala e musicisti sul palco, siamo.

(da All About Jazz Italia, 2010)

2 pensieri su “Ali Farka Touré – Toumani Diabaté – “Ali & Toumani” – World Circuit Records – distr. IRD (2010)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...